La quarta bozza

www.flickr.com

Pillole di rassegna stampa

Sul primo quotidiano nazionale, oggi:

  • c’è un paio di mezze colonne (un terzo di pagina, a esser generosi) sul Pride romano, a pagina 13;
  • nell’inserto Milano – venduto solo a Milano – c’è un trafiletto di dieci righe sul Pride milanese, sormontato da una pagina intera dedicata ai trentamila manifestanti per l’ambiente che hanno sfilato nel primo pomeriggio, sempre in Porta Venezia.

Io non guardo la tv, ma tutti mi hanno confermato che ieri al Pride sono stati dedicati gli ultimi minuti dei telegiornali. Dopo il gossip, dopo lo sport. A una manifestazione che, gradirei ricordare, ha visto scendere in piazza centinaia di migliaia di persone nelle due città principali del Paese. Inoltre, spero di essere smentita ma ho qualche dubbio che *tutti* i telegiornali ne abbiano parlato.

La spiegazione è semplice. Siccome l’omofobia in Italia non esiste, è inutile chiedersi se il Pride sia utile, se sia “controproducente”, eccetera. Tanto, il Pride non esiste.

Tags: , , , , , ,

AddThis Social Bookmark Button

26 Commenti »

  KIKI ha scritto @ 8 Giugno 2008 alle 9:30 pm

Oggi devo dire che a mezzogiorno ho visto servizi su almeno due TG, uno era il TG1 e l’altro non ricordo, forse su Italia 1 ma non ci giurerei, stavo saprecchiando.
Il servizio era a circa metà del TG, e piuttosto lungo con anche interviste ad alcuni manifestanti.
Hanno pure intervistato un tizio a Roma che stava andando a sposarsi in una chiesa nella zona della manifestazione e non riusciva a raggiungerla
E il giornalista gli ha pure fatto la battuta quando sono passate due manifestanti vestite da sposa

  Ilaria ha scritto @ 8 Giugno 2008 alle 9:33 pm

un po’ di colore locale, insomma. Bene, mi fa piacere che almeno oggi a pranzo se ne sia parlato. Ieri sera, il nulla.

  KIKI ha scritto @ 8 Giugno 2008 alle 9:46 pm

beh, prima hanno fatto anche delle interviste ai partecipanti, tra cui molti erano “normali” (e intendo non vestiti in modo eccessivo e provocatorio, ma in jeans e maglietta), poi hanno chiuso con la notizia del matrimonio (e mi veniva troppo da ridere, così qualcuno capisce cosa significa non potersi sposare, anche se lui personalmente non ha colpe)

  Ilaria ha scritto @ 8 Giugno 2008 alle 9:47 pm

effettivamente c’è un’ironia amara nell’etero che non riesce a sposarsi

  Spa ha scritto @ 8 Giugno 2008 alle 10:50 pm

Abbiamo consapevolmente evitato di guardare i telegiornali. I Pride degli ultimi anni, se non altro, mi hanno insegnato a prendere con molta cautela tutte le notizie che sento alla tv (e che leggo sui giornali as well). Sulla rete si trovano tantissime belle foto che risvegliano una piacevole emozione: mi spiace infitamente che tutto questo non esca al di fuori.
Ci si vede a Bologna.

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 5:28 pm

Ilaria, purtroppo il ragazzo che si andava a sposare si è permesso di dire che le sue nozze erano “legittime perchè autorizzate dalla chiesa” e la battuta del giornalista non ha granchè migliorato la situazione

PS: sono due anni che ti vedo al Pride, possibile che accanto a te c’è sempre il ragazzo più bello del corteo?

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 5:29 pm

ovviamente volevo scrivere “ci sia” invece di “c’è”… solo che ogni tanto litigo col congiuntivo

  Ilaria ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 5:32 pm

eh, sono fortunata xD

In effetti, ho scoperto che lo sposo “legittimo” appartiene al circolo Casa Pound, l’organizzazione di estrema destra di cui fanno parte quei quattro idioti che si sono infiltrati nel corteo di Roma minacciando di “accoltellare” i manifestanti.

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 5:49 pm

penso che sia possibile rivedere il filmato sul sito del tg1

già che ci siamo, una domanda: come mai il tuo accompagnatore ha postato una foto “decapitata” su flickr?!?

  Ilaria ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 5:54 pm

il mio accompagnatore? lol! parli di remuz? ma non ho capito di che foto parli. (E comunque, perché lo chiedi a me e non a lui?)

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 6:00 pm

io parlavo di sopwith88, e non lo chiedo a lui per non metterlo in imbarazzo

  Ilaria ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 6:04 pm

be’ ma poi legge qui e si imbarazza lo stesso! comunque, la risposta è “non lo so”. Sarà perché è timido

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 6:07 pm

vabbè, allora non diciamogli che anche mia sorella lo ha eletto ragazzo-pride del 2008

  Ilaria ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 6:09 pm

ora sì che sarà in imbarazzo xD

  Reloj ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 6:31 pm

Sto cercando il servizio ma non lo trovo… si vede che sul sito (confusissimo) del Tg1 le edizioni integrali vengono pubblicate a distanza di due giorni. Ho trovato
questo, però è tagliato… è quello di cui parlate?
E poi ho visto il servizio de La7, che mi è sembrato un po’ strano, soprattutto nel finale.

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 8:01 pm

Sul sito della Rai si trova solo la versione “corta” andata in onda sabato sera. Il servizio di domenica era “allungato” (forse sarà online domani)

  Luca ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 8:15 pm

Addirittura “ragazzo-pride del 2008″?
Ahahahah
Grazie dei complimenti, sia a itboy che a sua sorella.

La foto decapitata mi pareva che facesse molto figo.
E poi volevo che l’attenzione fosse sull’adesivo, non su di me.

Che poi come mi ha visto che nelle foto di Ilaria compare solo la mia testolina?

Beh, in ogni caso rinnovo i ringraziamenti.

@Ilaria: scusami per l’OT spaventoso.

  itboy_76 ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 10:12 pm

Luca, il premio ti è stato assegnato “live” durante il corteo

Ilaria, scuse per l’OT anche a nome del giuria “ragazzo-pride” (ma siamo curiosi di vedere con chi ti presenterai la prossima volta)

  Ilaria ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 10:16 pm

con mio marito, che – senza offesa per gli altri accompagnatori – per me resta sempre il più bello.

  Luca ha scritto @ 9 Giugno 2008 alle 11:00 pm

@itboy: addirittura “live”? Urca, maggior prestigio.
Me ne bullerò in giro per un po’.

@Ilaria: nessuna offesa, tutt’altro. Remuz è Remuz, poche cose.

Visto che l’OT mi sta portando ad altri OT, mi autocensuro e chiudo qua, anche perchè il tema “ragazzo-pride 2008″ è concluso.

  itboy_76 ha scritto @ 10 Giugno 2008 alle 9:38 am

Tornando in topic, sia io che kiki abbiamo fatto coinfusione: il servizio era del TG2. E lo sposo diceva “Autorizzano una manifestazione del genere e io… Matrimonio autorizzato dalla Chiesa, niente: aspetto qui!”

http://www.youtube.com/watch?v=JqUeVancHw8

  Adriano ha scritto @ 10 Giugno 2008 alle 10:04 am

Qul servizio è qualcosa di osceno.
Qualche flash sui trampolieri e i giocolieri, e poi il finale sullo sposo autorizzato dalla chiesa, poveri noi…

  KIKI ha scritto @ 10 Giugno 2008 alle 8:44 pm

Ricordavo che era un servizio della RAI, ma effettivamente poteva anche essere rai2 e non rai1, hai ragione itboy76…
.. a parte il pi..a del matrimonio, io non l’ho trovato cosi’ì osceno… è ovvio che la stampa mostra di più persone che colpiscono come trampolieri o persone vestite appositamente in modo estroso, ma avevano fatto anche interviste a persone “normali” dandogli anche il tempo di esporre parte delle loro motivazioni, il che a mio avviso è positivo, anzichè solo mostrare gente colorata che fa “casino”

  Reloj ha scritto @ 10 Giugno 2008 alle 9:30 pm

Ecco, anche perché altrimenti c’è gente che non capisce come faccia una rivisitazione del carnevale di Rio in salsa italiana a rivendicare diritti civili. Come me, per esempio.

  Cernobil ha scritto @ 12 Giugno 2008 alle 7:36 am

Io sinceramente ho visto dsei servizi a riguardo ad ora di pranzo, ma non ricordo la rete

  My Pride: season 1* « il Timido ha scritto @ 30 Giugno 2008 alle 6:16 pm

[…] Quello che, invece non ho visto è stato, purtroppo, il sostegno politico/mediatico: se dalla destra nessuno si aspettava nulla, dalla sinistra ci si aspettavano tutti qualcosa di più. Il PD era probabilmente impegnato a salvaguardare il dialogo sulle riforme. L’unico partito politico che “conta” ad essersi espresso favorevolmente è stato l’IdV. La Luxuria e Grillini sono purtroppo “inutili” a livello politico, anche se il loro (ovvio e scontato) supporto fa sempre bene. Penosa la copertura mediatica: i giornali, se è andata bene, gli hanno dedicato uno sputo di pagina; i telegiornali li ho visti poco, ma quelle che sono arrivate non sono notizie confortanti. […]

Il tuo commento

Non è sempre facile distinguere tra "moderazione" e "censura". Credo nella libertà di parola, e non penso che il blog sia "casa mia": è un luogo pubblico. Pertanto, i commenti di questo blog NON sono moderati. Cancello solo le offese esplicite rivolte a terze persone e i link a contenuti illegali. Preferirei non dover cancellare neanche quelli. Ogni link è sacro.

HTML-Tags:

Add a comment on FriendFeed