La quarta bozza

Archive for 5 Novembre 2007

Faucet: il videoregistratore online

L’ottanta per cento dei miei lettori lo conosce già, ma a chi non ne avesse ancora sentito parlare segnalo un servizio online di grande utilità per chi come me non passa molto tempo davanti alla tv (

Si tratta di Faucet PVR, un servizio tutto italiano che consente di programmare la registrazione di trasmissioni televisive e radiofoniche, sia sui canali analogici sia su quelli gratuiti della tv satellitare. In parole povere: Rai e La7, ma anche BBCWorld, MTV o RaiSat. Niente Mediaset, perché un paio di settimane fa l’azienda ha diffidato vCast dal consentire la registrazione dei propri palinsesti.

Quindi consiglio a tutti di familiarizzarsi con questo servizio e sfruttarlo al massimo prima che anche la Rai si faccia venire strane idee. Per iniziare basta registrare un account gratuito, e dichiarare di essere in regola con il pagamento del canone. Poiché sono certa che tutti i miei lettori saldano con ferrea regolarità il loro debito con Mamma Rai, non mi soffermo e vado oltre.

Come vedete dalla schermata, negli ultimi due giorni ho registrato (e non ho avuto ancora tempo di vedere, ahimè) l’ultima puntata di Ulisse (ah, prima o poi devo fare un post sulla famiglia Angela) e la trasmissione di Luttazzi. Il tutto è molto semplice, e tornerà utilissimo a chi non ha più voglia di trafficare con vhs e registratori. Si seleziona il canale, il giorno - si può programmare la registrazione con un mese di anticipo, volendo -, l’orario di inizio e fine e il formato di compressione video: si può scegliere tra iPod, DivX, Apple TV, PSP, 3GP e MP3 (ricordo che si possono registrare anche trasmissioni radiofoniche).

Al resto ci pensa Faucet. Poche ore dopo il termine della trasmissione, il file sarà pronto da scaricare. Nel formato DivX, l’unico che ho testato finora, il file .avi peserà circa un giga per ogni ora di registrazione. Peraltro il download è molto veloce, quindi non dovreste metterci troppo a scaricarlo (per dire: con dsl Fastweb a me viaggia sui 500kb/s). La qualità video non è eccelsa, ma più che sufficiente.

La cosa ancor più interessante è che si possono programmare registrazioni ripetute: per esempio un telefim trasmesso ogni settimana, che sarà registrato in automatico senza che dobbiate ricordarvene ogni volta. Se avrete avuto l’accortezza di abbonarvi al relativo feed, la puntata settimanale del vostro programma preferito vi sarà comodamente recapitata in iTunes, esattamente come un podcast.

Comunicazione di servizio: Chi avvertisse la tentazione di dirmi “Ma dov’eri finita? Non postavi da venti giorni!” farebbe bene a leggere questo post di Stefano Gorgoni.

faucet tv registrazioni web-based
AddThis Social Bookmark Button

Io ve la butto lì, metti caso che poi non vi interessa

C’è scritto su questo sito:

Siamo ormai a Halloween e, come promesso, stiamo preparando una sorpresa per i fan di Harry Potter…
Primo indizio: c’entra un medaglione
Secondo indizio: ma che lingua parlano a Hogwarts?

Per chi fosse interessato, altri indizi nei prossimi giorni. Astenersi perditempo e, soprattutto, coloro che amano definire HP “il maghetto occhialuto”. Ignorare questo post non costa nulla. Grazie.

harry-potter lingue

AddThis Social Bookmark Button