La quarta bozza

www.flickr.com

Boy, you’ve been a naughty girl, you let your knickers down

Buongiorno. Sono la vostra amica ebraico/massonica-radical-chic. (Sì, ora alcune logge massoniche ammettono le donne. E io provengo da una delle città a più elevata densità massonica d’Italia. Che dite, ci faccio un pensierino? Sarei in buona compagnia, col dott. Cav. tessera numero 625.)

Devo constatare che questo blog ha imboccato una brutta china.

Chi mi segue dal vecchio blog non si sarà ancora abituato al coefficiente di fuffa che produco nelle ultime settimane. Sarà il trasloco su Wordpress che mi fa quest’effetto. Fatto sta che oggi ci tocca tornare a occuparci di cose serie. E’ ora che questo blog recuperi la sua onorata tradizione di militanza politica e impegno laicista.

E quale modo migliore dell’assist gentilmente offertoci da un’esponente - speriamo non rappresentativa della maggioranza - del mondo cattolico apostolico romano?


Molti di voi avranno letto, domenica scorsa, il bell’articolo di Eugenio Scalfari su Repubblica, che riassumeva mirabilmente lo status quaestionis di quella che lui chiama la “questione cattolica” in Italia.

Pochi di voi saranno invece edotti dell’esistenza di questo blog, in cui tale signora Raffaella intende “omaggiare” papa Ratzinger e (cito testualmente) “stare vicini al Papa e sostenerlo nella sua missione di Pastore della Chiesa Universale”.

Bene, iniziamo dicendo una cosa buona sul blog di Raffaella: i suoi intenti sono chiari, la sua declinazione ideologica non è ambigua; è subito palese fin dall’intestazione della pagina che, per chi scrive su quel blog, il papa ha sempre ragione.

Come ogni blog che si rispetti, anche quello di Raffaella consente l’inserimento di commenti. Anzi, auspica - sempre nell’intestazione - che i contenuti del sito possano essere usati “a fini di consultazione, documentazione, ricerca e studio”. Cosa c’è di più democratico?

Be’, c’è che i commenti sono moderati. Posso capire che in un blog di questo genere possano presentarsi ogni tanto dei loschi figuri, che pensano bene di insultare la blogger, i suoi commentatori e la cristianità tutta. Quindi comprendo la necessità di moderare gli interventi.

E in effetti, se avete la pazienza di leggervi tutti i commenti del post in questione, che naturalmente fa le pulci all’articolo di Scalfari, scoprirete che ce n’è anche qualcuno abbastanza critico. (Ci si potrebbe domandare, per inciso, perché mai i commenti “critici” non contengano link ai blog degli autori, ma sarebbe probabilmente una domanda capziosa.) Si tratta però di critiche abbastanza deboli (basate su vizi di forma, minutiae filologiche ed errori di battitura), che Raffaella ha gioco facile nello smontare.

A chi (tale Luisa) la elogia perché non ha censurato i commenti “negativi”, Raffaella ribatte:

La polemica era tra e me e Fabio e quindi era stimolante. Se fosse stata offensiva verso la Chiesa ed il Papa non avrebbe trovato spazio su questo blog.

(Resisterò, e non dirò nulla sulla D eufonica.)

Apprendo invece che un mio amico, Wizard, ha tentato di commentare il post, ma il suo commento è stato censurato.

Ora, il concetto di “polemica offensiva” è quantomai arbitrario e soggettivo; e, se si sceglie di moderare i commenti, il criterio per selezionare cosa pubblicare e cosa no è a totale discrezione della blogger.

Per questo motivo, ora io vi riporto qui di seguito il commento di Wizard, che Raffaella ha scelto (legittimamente, per carità) di NON approvare per la pubblicazione. A voi giudicare se questo commento costituisce o meno “polemica offensiva verso la chiesa e il papa”.

“Ciao, premettendo che sono pienamente d’accordo con l’articolo di Scalfari, vorrei fare delle piccole notazioni.
La tua facile ironia sull’errore di Scalfari è quanto meno fuori luogo. Se è vero (come hai detto) che hai copiato l’articolo dal quotidiano e non da internet, allora ti sarai certamente accorta che “Ahi” è diventato “Oh” solo per mancanza di spazio (tant’è vero che nel corpo del”articolo la citazione è corretta). È sbagliato ironizzare su ciò.

In secondo luogo non puoi dire che Scalfari doveva quanto meno citare tutta la terzina dantesca perchè anche solo quel verso è chiarissimo. Scalfari, come Dante prima di lui, rimpiangeva il fatto che Costanzino avesse donato alla Chiesa il potere temporale. Quindi è giusta la sua citazione.
Vorrei ora spiegare quello che Fabio non ha spiegato bene riguardo alla pseudo Donazione. Lui ha usato questo termine perchè il filologo Lorenzo Valla ha chiaramente dimostrato come quella Donazione sia un falso. Il potere temporale della Chiesa si basa su un falso. Ma scommetto che lo sai benissimo, solo che ti ostini ad ignorarlo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Donazione_di_Costantino

Altra cosa: mi chiedo come facciate a non schifarvi della ricchezza della Chiesa. Voi dite che non conta nulla, ma non è così! La Chiesa fa morire in Africa la gente ma salva i senzatetto e i drogati in Italia proprio perchè poi voi possiate usare questa difesa. Lo fa per un fatto puramente politico, non umano.

Mi scuso per gli errori di battitura, siccome io non sono Scalfari e sono anche le 3 passate … sarebbe ora che io vada a dormire”

Se credete, come io credo:

  • che il commento non sia offensivo,
  • che esso sia certamente “forte”, ma che proprio per questo avrebbe meritato l’attenzione e la replica dei lettori,
  • e che nel blog di Raffaella vi sia un deprecabile deficit di democrazia (d’altronde, chi ha mai detto che Santa Romana Chiesa fosse una democrazia?):

Se credete tutto ciò, sarebbe bello se voi riportaste il commento sui vostri blog per farlo circolare, assieme al link al post di Raffaella, nel cui contesto il commento va letto.

Non è nostro intento polemizzare sterilmente con chi è libero di fare ciò che meglio crede del suo blog: ma ci piacerebbe che un flebile alito di democrazia si insinuasse per il web, e che qualcuno ci riflettesse su. Chiamiamolo “un esperimento”.

E se anche voi volete provare a commentare quel blog, vi consiglio di salvare il vostro commento prima di inviarlo.

P.S. L’ultimo commento (se nel frattempo non ne aggiungono altri) è di Reloj de Arena, e il fatto che sia stato approvato lascia intuire che Raffaella non ne abbia colto il vero senso…

Edit: Nei commenti al post di Wizard, Tiziano riporta un intervento secondo me splendido, misurato e civile - e scritto da un cattolico! - che però non è passato indenne agli strali della censura.

chiesa papa ratzinger censura blog scalfari repubblica

AddThis Social Bookmark Button

11 Commenti »

  Michele ha scritto @ 7 Agosto 2007 alle 4:19 pm

Ila…. Ma da dove ti vengono fuori questi post così ILLUMINANTI per noi poveri biechi cervelli stanchi (e congelati al rigido e insidioso clima che la Montagna mi offre) che con sforzo notevole ed encomiabile (usano correttamente la D eufonica? ehm, no.) ancora racimolano le facoltà necessarie a leggere e interpretare correttamente i quotidiani? Non si sa. Comunque, concordo su tutta la linea, ovviamente, perché, come ben sai, assumiamo spesso e volentieri posizioni affini riguardo l’Autorità (lessico pullmaniano.. devo finire quel libro porca miseria).

Insomma, hai tutta la mia stima (lo sai già), questo commento è inutile (probabilmente l’hai desunto), e sei la mia divinità proibita (cosa ormai nota). Baci :**

  Ilaria ha scritto @ 7 Agosto 2007 alle 4:24 pm

Lo sai che ti adoro quando mi chiami divinità proibita. :**

La tua stima però dirottala su Wizard, è lui l’artefice di tutta questa storia, io cerco solo di dare visibilità alla questione. E… sì, finisci di leggere Queste oscure materie!

  Wizard ha scritto @ 7 Agosto 2007 alle 4:48 pm

Ti ringrazio per aver scritto questo bellissimo post. Condivisibile in tutti i suoi punti e corretto dal punto di vista dei fatti.
Illuminato da un commento di Reloj sul suo stesso blog, ho poi scritto un’altro commento … so già che non me lo posteranno, ma mi interessava che Raffaella lo leggesse. D’altronde per censurare deve leggere.
Se me lo censureranno (come è altamente probabile) ci farò un altro post.
Ancora i miei complimenti!

  Sulla transustanziazione delle capre « non lineare ha scritto @ 8 Agosto 2007 alle 4:37 pm

[…] 8th, 2007 Premessa: non e’ tanto una questione di (poca) democrazia come si ipotizza. E’ una questione ovina: le pecore amano circondarsi di loro simili; altre […]

  giallo ha scritto @ 10 Agosto 2007 alle 2:27 am

commento il blog razzinghiano con un discorso stupido e insipido, così solo per vedere se me lo tiene… bah vedremo.

cmq a parte citare da un lbro ancora incompiuto che “questa oscura materia è il male” (non era al singolare il titolo?) dico che come sempre sei proprio forte! una paladina imparziale e pronta a difendere i diritti di noi poveri naviganti XD ed a perdonarci le d eufoniche, le maiuscole inesistenti ecc…

w ilariak!! ^^

  Ilaria ha scritto @ 10 Agosto 2007 alle 2:40 am

Conserva il commento, mi raccomando!

La citazione non l’ho mica colta… Ma che, ti stai leggendo Queste oscure materie? Se - dopo Borges - ti leggi pure quelli (i miei libri preferiti), sarò io a dire W giallo!

Maggiori informazioni (nonché autopromozione del mio sito) qui:
http://www.questeoscurematerie.it/introduzione-a-queste-oscure-materie/

  christian ha scritto @ 12 Agosto 2007 alle 2:56 pm

Avevo fatto bene a soffermarmi da queste parti allora…

  arouetvoltaire ha scritto @ 12 Agosto 2007 alle 7:49 pm

Aggiungi questa altra censura alle tue statistiche.
Puoi vederlo all’indirizzo:
http://esserecomunisti.wordpress.com/2007/08/12/messori-il-problema-troppi-gay-nei-seminari/
Vincenzo

  arouetvoltaire ha scritto @ 12 Agosto 2007 alle 9:56 pm

Attorno alle 20.50 il commento è ricomparso. (comunicazione dovuta)

  “Cento miei ex ora sono in politica” « Comunisti italiani ha scritto @ 17 Agosto 2007 alle 1:02 pm

[…] le autorizzazioni. Si deve fare così, altrimenti questi in Italia non ti fanno fare nulla”. Amen. Fonte L’espresso settimanale. One […]

  Vaticano smentisce di aver manipolato una ‘voce’ di Wikipedia « Comunisti italiani ha scritto @ 18 Agosto 2007 alle 1:55 pm

[…] di ogni serieta’ e di ogni logica” le accuse rivolte alla Santa Sede di aver manipolato una “voce” di Wikipedia, l’enciclopedia di libera consultazione su Internet. Lo […]

Il tuo commento

Non è sempre facile distinguere tra "moderazione" e "censura". Credo nella libertà di parola, e non penso che il blog sia "casa mia": è un luogo pubblico. Pertanto, i commenti di questo blog NON sono moderati. Cancello solo le offese esplicite rivolte a terze persone e i link a contenuti illegali. Preferirei non dover cancellare neanche quelli. Ogni link è sacro.

HTML-Tags: