Comment Del.icio.us Digg Reddit Technorati Furl

Scatta il gioco della bottiglia

Prima di iniziare, disclaimer: La mia latitanza, in questi giorni, sia da questo blog sia dai commenti dei blog altrui, è dovuta al fatto che sto (stiamo, io e Francesco) ristrutturando completamente QOM.it. C’è chi durante le ferie va al mare, e poi c’è chi, come me, progetta siti. Ognuno si diverte come può.

Ma veniamo a noi. Un’orribile lacuna si è appena palesata ai miei occhi: non esistono - che io sappia - foto di me tra i quindici e i diciotto anni. Se le avevo, le ho perse. O le ho bruciate. A quel tempo non c’erano le foto digitali, e io odiavo farmi fotografare.

Le foto di classe naturalmente non contano. Dunque, per integrare le mie ricerche private, che peraltro stanno sortendo pochi effetti, faccio anche un appello pubblico da questo pulpito.

Italiani!
Amici, compagni di scuola, gente di Perugia che-tanto-è-una-città-piccola-ci-si-conosce-tutti! Lo so che lurkate sul mio blog! Fatevi avanti!

Che gusto c’è a passare l’adolescenza con la kefiah al collo e una Yamaha Pacifica a tracolla, suonando Biotech Is Godzilla e Killing In The Name e Enter Sandman, se poi non ti resta neppure una foto?

Messaggio a mia madre (che lurka anche lei, mi sa): grazie mamma, ma non mandarmi foto di quando avevo 12 anni. Non è quello lo scopo, e le scuole medie sono una fase dell’esistenza che ogni persona di buon senso passa il resto della vita a cercare di dimenticare.

Ah, a proposito mamma, lurkare significa questo.

Compito a casa per i commentatori di questo post: il candidato esponga i motivi per cui le scuole medie inferiori devono essere rimosse al più presto dalla memoria, e sepolte nell’inconscio, donde riaffioreranno verso i quarant’anni grazie a un bravo psicanalista.

E’ concesso l’uso del dizionario monolingue, vietato citare Tapparella di Elio e le Storie Tese. (Sì, io l’ho appena fatto, nel titolo di questo post, ma il blog è mio e faccio quel che mi pare.)

foto amarcord heavy-metal kefiah musica scuola-media

7 Commenti a “Scatta il gioco della bottiglia”

  1. milla dice:

    Mamma quanto hai ragione! IO direi per il cattivo gusto nel vesitrsi, le brutte figure con i ragazzi, il carattere nè carne nè pesce, le risatine stupide…..mi sta venendo l’orticaria solo a ripensarci!


  2. Ilaria dice:

    non tanto il cattivo gusto, quanto il fatto che se non ti vestivi esattamente come bisognava vestirsi venivi emarginato all’istante. E se leggevi libri e ascoltavi musica e guardavi film sbagliati. Cose che io ovviamente facevo tutte.


  3. Francesco dice:

    “Ah, a proposito mamma, lurkare significa questo.”

    Ho più o meno lo stesso livello di conoscenza del gergo di internet di tua madre mi sa. Aiuto.


  4. paiola dice:

    Le scuole medie sono una fase buia nell’esistenza di ciascheduno… stenderei un pietosissimo velo. Per le superiori ti informo che avevo l’orecchino al naso e facevo la corista in un gruppo reggae. E con queste scottanti rivelazioni mi ritiro a vita privata…
    Ps. a me è piaciuta la tua recensione!


  5. Ilaria dice:

    Tu. L’orecchino al naso. Reggae. Naaaaaaaaaaaaaah.

    S-sul serio? Allora c’è speranza anche per me.

    Ps. Grazie!


  6. Atreiu dice:

    Mente!
    Non faceva la corista in un gruppo reggae . Era la star del gruppo reggae! Di cui, tra l’altro, io ero fan: venivano prima loro e poi i Beatles. Avevo financo la cassetta.
    Che gioia la prima superiore!

    Alle medie invece avevo la finestra di classe che dava su un pascolo. La mia camicia preferita era di flanella a quadri rossi e neri e la usavo solo per dipingere perché non me la lasciavano usare in pubblico.
    E facevano anche bene.


  7. Ilaria dice:

    Che invidia, io invece suonavo in un gruppo heavy metal di nome TRAUMA, ma non avevamo fan…

    Anch’io avevo la camicia di flanella a quadri! Chi non l’aveva? Erano gli anni di Kurt Cobain, quelli!


Lascia un commento

XHTML: Potete usare questi tag: